Genoa Shipping Week: il mondo delle imprese incontra gli studenti grazie all’evento organizzato da Consorzio Global

Condividi l'Articolo

“Secondo un recente report di Union Camere nella filiera dello shipping la domanda supera di gran lunga l’offerta. Risultano infatti formati con diploma 2 profili ogni 5 posti di lavoro richiesti dal mercato. Il fabbisogno nazionale del personale da attingere sui rispettivi settori tecnici vede l’ITTL con la percentuale più elevata. Il fabbisogno dichiarato è di 13700 persone (media annua) mentre l’offerta è limitata a 5800.”

La precisazione del dirigente scolastico dell’Istituto Nautico San Giorgio di Genova Paolo Fasce fa ancor più comprendere quanto sia importante mettere in contatto gli studenti con il mondo delle imprese per renderli consapevoli delle scelte del loro futuro.

‘Le professioni del mare: le prospettive territoriali’ è stato il titolo dell’incontro organizzato in stretta sinergia da Consorzio Global, Assagenti e Istituto Nautico San Giorgio all’interno del programma delle iniziative del ricco calendario della Genoa Shipping Week.

Il convegno, organizzato con la direzione tecnico-scientifica di Daniela Teodori, ha coinvolto istituzioni, associazioni di settore attive in ambito nazionale e imprese della filiera di shipping, logistica e trasporti.

“L’idea di questo convegno nasce proprio da un confronto nato durante il tavolo del lavoro del Comune di Genova, – ha spiegato Davide Falteri, Presidente di Consorzio Global e VicePresidente di Federlogistica – in cui è prevista la possibilità di inserire all’interno delle ore di laboratorio degli istituiti tecnici una overview fatta da persone che lavorano nel mondo dell’impresa e della logistica, dello shipping e della cantieristica, in grado di trasmettere anche la passione per questa attività e permettere ai giovani di conoscere le opportunità.

Conoscere per tempo chi lavora nel settore e sapere quali sono le opportunità può aiutare i giovani a compiere una scelta che potrebbe essere determinante nella loro vita, e tenerli anche a casa nostra. Non vogliamo che i giovani siano costretti ad andare via da Genova per lavorare, qui ci sono grandi opportunità, il porto funziona, ci sono le condizioni fisiche e digitali per crescere: dobbiamo tenere i ragazzi a casa e dar loro competenze adeguate per dare risposta alle eccellenze e alle imprese che abbiamo sul nostro territorio”.

Il Presidente di Assagenti Paolo Pessina ha messo in chiaro le opportunità della nostra città: “Genova è la capitale italiana dello shipping, e tutte le più grandi aziende sono in questa città. Un tempo erano i giovani che andavano a cercare le aziende, ora accade il contrario: un cambio di passo veramente importante. La formazione è importantissima, ma sono anche molto importanti, per le aziende, altre skills: il pensiero laterale, la flessibilità, la curiosità; molto spesso nelle nostre aziende facciamo formazione specifica sui ruoli che ricerchiamo”.

L’evento è stato patrocinato dal Comune di Genova, rappresentato dall’assessore all’istruzione Marta Brusoni:

«A Genova, città fortemente connessa col suo porto, le professioni legate al mare, alla logistica e alla blue economy rappresentano un’eccezionale opportunità lavorativa per i giovani. Per questo motivo il Comune di Genova sostiene convintamente l’iniziativa di oggi che, nei giorni della shipping week, ha creato un momento di confronto tra le principali imprese del settore e gli studenti del Nautico; un evento importante che consente alle ragazze e ai ragazzi di conoscere e approfondire le molteplici professioni collegate alla logistica e all’economia del mare, vera risorsa del nostro territorio».

Sono intervenuti all’evento anche il Capitano di Vascello della Capitaneria di Porto di Genova Leonardo Deri, Marco Marozzo per la Camera di Commercio di Genova, Claudia Marmorato come Director Partner Relations di CLIA.

Quindi hanno portato il loro esempio aziendale numerose realtà a partire da Paolo Raia per Msc Procurememt & Logistics, Nicolò Braibanti e Sara Marcenaro per Hapag Lloyd, Rodolfo Magosso per Assarmatori e la Ignazio Messina & C., Valentino Caviglia del Gruppo Spinelli, Stefania Ricco del Gruppo Cetena, Irene Parmeggiani per PSA Italy, Egidio Massone di San Giorgio del Porto, Lara Tropia e Stefania Miglietta del Gruppo Finsea e Giampaolo Botta per Spediporto.

Webmaster
Author: Webmaster

Gli altri utenti hanno letto anche

UN NUOVO MODO DI FARE CONSULENZA

Processi, persone e tecnologie per aumentare la tua efficiacia sul mercato.

Processi, persone e tecnologie per aumentare la tua efficiacia sul mercato.

Torna su
Share via
Copy link